Articoli

Cucine a legna: lo slow cooking fa tendenza

Non solo per cucinare cibi sani

Le cucine a legna scaldano come una stufa, arredano casa con stile e rispettano l’ambiente

Realizzare appetitose pietanze unendo al gusto il piacere di riscaldare casa e di arredarla con stile e rispettando l’ambiente. Per tutti coloro che ricercano questa formula ideale ecco la cucina a legna, perfetta sintesi tra gusto, calore, design ed efficienza energetica. Bella da vedere e anche eco-sostenibile, è ideale per preparare cibi sani e rendere la propria abitazione calda e accogliente.

Non solo cucina, ma fonte di calore

Come una stufa, la cucina a legna diffonde calore in modo omogeneo e con un’elevata resa termica grazie ai rivestimenti realizzati con i migliori materiali conduttori di calore (ghisa, acciaio, maiolica e ceramica). Cuoce i cibi lentamente e per molte ore esaltandone e preservandone proprietà e caratteristiche. Non solo. La cucina economica segue le tendenze del momento in fatto di cotture e di arredamento e utilizza una fonte di energia rinnovabile, il legno.

Un combustibile economico ed ecologico

Un combustibile, quest’ultimo, che oltre a essere naturale al 100%, è anche il più economico se si guarda ai sistemi maggiormente diffusi (metano, gasolio, carbone). Non a caso è usato dall’uomo sin dall’antichità e oggi è stato riscoperto in tutto il suo valore. Sì, perché se da un lato lo scoppiettio del fuoco rievoca, anche inconsciamente, sensazioni primordiali, dall’altro consente di tornare ad una cucina essenziale, fatta di tradizioni, usi e ricette spesso perduti.

wood-burning ranges

Slow cooking contro la frenesia dei tempi moderni

Lo sanno bene gli amanti dello slow cooking che alla vita frenetica preferiscono la convivialità della tavola e del focolare domestico, dove riscoprire sapori antichi. Dolci rustici, arrosti e pasticci, brasati, risotti e salse, oppure zuppe e stufati, che siano piatti semplici o elaborati, con le cucine economiche si può cuocere quasi tutto, basta rispettarne i giusti tempi perché, si sa, quella a legna è una cottura lenta, spesso di lunghe ore. In tal senso, gioca un ruolo strategico la temperatura, diversa ma costante e più o meno intensa in base alla ricetta. Ottenerla è molto semplice: basta posizionare la pentola nei diversi anelli estraibili presenti nel piano di ghisa radiante e il gioco è fatto.

Per un calore più vigoroso meglio stare al centro, per un calore più diffuso e meno intenso l’ideale è sui lati degli anelli. La variabile grandezza del braciere della cucina assicura poi una maggiore autonomia energetica, che significa più “infornate” di cibi con la stessa carica di legna.

Economicità e performance

Oggi di cucine economiche in commercio ce ne tante, alcune davvero performanti, in grado di garantire risultati perfetti pure ai meno esperti. Certo, occorre puntare sulla qualità della materia prima e su un’attrezzatura adeguata, a partire dalla pentola (in terracotta, in rame, in ghisa smaltata, in acciaio inox o in pietra ollare); ma la voglia di cimentarsi ai fornelli per dare ai cibi una cottura omogenea e saporita non è più un’ambizione per pochi. Non a caso sono sempre di più i semplici appassionati che si approcciano alla cucina a legna, consapevoli dei benefici che la cottura a bassa temperatura apporta agli alimenti in fatto di gusto e morbidezza. Il tutto senza dimenticare i vantaggi in termini di risparmio economico ed energetico, dato che le nuove cucine riducono sempre più le emissioni di CO2 (purché la biomassa legnosa provenga da una gestione forestale sostenibile e certificata), e un maggiore rendimento in termini di investimento per il consumatore.

Business a chilometro zero

Orientarsi su pellet e legna per cucinare e scaldarsi è quindi la soluzione più costruttiva, in quanto in linea con le politiche europee di lotta ai cambiamenti climatici, ma anche perché l’uso dei combustibili legnosi riduce la dipendenza dalle importazioni di combustibili fossili, creando occasioni di business per le imprese del territorio e più posti di lavoro lungo la filiera foresta-legno-energia.

Le pentole giuste per il giusto gusto nella cucina a legna

E’ il coccio quello più in voga

Un materiale di ottima qualità, completamente naturale, perfetto contro i grassi. Ma per una cucina davvero ecocompatibile e soprattutto salutare, occorre utilizzare ceramiche ecologiche, dove i metalli pesanti sono sostituiti da sostanze alcaline naturali, come sodio, potassio, boro, calcio e bario.
La pentola in terracotta (frequente anche in pietra refrattaria e argilla rossa 100% bio) ben si presta a cotture dolci, quindi medio-lunghe e senza sbalzi di temperatura, come quelle per legumi, cerali, zuppe e stufati.

La terracotta è un isolante

Si scalda molto lentamente, in modo uniforme e graduale, e lentamente cede il calore che ha assorbito, mantenendolo a lungo, anche a fuoco spento (meglio scaldarle 5-10 minuti prima di iniziare la cottura e poi spegnerle 10 minuti prima del termine). E’ inoltre in grado di limitare la dispersione di nutrienti che, con una cottura prolungata, normalmente avviene: grazie al mantenimento costante della temperatura, la cottura rispetta pienamente le molecole degli alimenti, dando un sapore più rotondo, intenso e sapido. Può essere messa sulla piastra, mentre per il fuoco diretto è bene usare uno spargifiamma di diametro non inferiore al fondo della pentola, così da permettere al calore di diffondersi uniformemente e non in un solo punto ed evitare che il cibo si attacchi.

Ma attenzione: è fragile

In generale non va lavata con detersivi aggressivi, quindi rigorosamente a mano e mai in lavastoviglie. E’ assolutamente sconsigliato l’acquisto di pentole prive di smalto e porose. Queste infatti assorbono e non sono igieniche. Al tempo stesso il coccio deve essere ecologico per essere sicuri che non sia smaltato con materiale tossico (ad esempio piombo).
E’ altrettanto sicura, se con un’adeguata copertura di stagno, anche la pentola in rame, in assoluto il miglior conduttore di calore tra i metalli e di gran lunga il materiale preferito dai grandi chef.

Una cottura perfetta

La sua grande conducibilità termica, unita alla sua uniformità, garantisce infatti una cottura perfetta per la maggior parte degli alimenti e la migliore tenuta di tutte le proprietà degli ingredienti usati. Risultati che si ottengono usando uno spargifiamma fra le padelle e le piastre o il fuoco. Per raggiungere la stessa performance dal punto di vista igienico, basterà assicurarsi che la superficie interna della pentola sia ricoperta con una stagnatura di qualità, periodicamente rivisitata.

Pentole in ghisa smaltate

Molto versatili e capaci di fornire anch’esse una cucina sana sono poi le pentole in ghisa smaltate (quelle rivestite da uno strato di smalto privo di sostanze tossiche), ottime per cotture prolungate a fuoco basso – zuppe, minestre, stufati e brasati – perché trattengono bene il calore, diffondendolo lentamente e in maniera perfettamente omogeneo a prescindere dal piano di cottura impiegato. Consentono inoltre di spegnere in anticipo il fornello e concludere la cottura degli alimenti senza fuoco, anche se in generale risultano pesanti e poco maneggevoli, oltre che impegnativi per il lavaggio (è necessario aspettare che si raffreddino, è meglio usare poco detersivo e spugnette anti-graffio) e tesi ad assorbire gli odori.

Il ferro per qualsiasi tipo di cottura

E’ quasi inalterabile invece, a patto di pulirlo e asciugarlo con cura dopo l’uso, il ferro che rappresenta un ottimo materiale per il pentolame e si presta a quasi tutti i tipi di cottura. In più, consente di raggiungere velocemente alte temperature e di mantenerle costanti, ma occorre evitare il contatto con l’acqua, altrimenti arrugginisce.

Pietra ollare

E’ invece lenta a scaldarsi, ma resiste alle alte temperature, ha un naturale potere antiaderente e si raffredda lentamente, la pietra ollare, particolarmente adatta per le cotture lunghe. E’ quindi perfetta per stufati, zuppe e in generale per tutte le preparazioni in umido, perché, una volta riscaldata, dona una cottura uniforme a fuoco minimo. Ma alla bassa conducibilità termica si contrappone una spiccata porosità, che vieta il lavaggio in lavastoviglie e con detergenti aggressivi, e soprattutto cotture promiscue (ad esempio carne e pesce) per non correre il rischio di mischiare sapori e aromi.

Pentole in acciaio Inox

A mettere tutti d’accordo, almeno sul fronte della resistenza e della facilità di lavaggio, ci pensano però le pentole in acciaio inox. Tenete conto però che peccano (se così si può dire) di scarsa conducibilità di calore. Sono particolarmente adatte per cotture che prevedono l’impiego di acqua (bollitura). In caso contrario, infatti, il surriscaldamento delle pareti a diretto contatto con la fiamma può bruciare i cibi.

Le ricette

Che siano piatti semplici o elaborati, con le cucine economiche si può cuocere quasi tutto, basta rispettarne i giusti tempi. Tradizionalmente usata in molte culture culinarie regionali, quella a legna è una cottura lenta, antica e genuina. Assicura una qualità superiore ai cibi, esaltando aromi e profumi autentici. Da Nord a Sud Italia, e anche fuori dai confini nazionali, il focolare è da sempre un elemento che aggrega, che unisce. E ancora oggi lo fa, trasmettendo le stesse calde emozioni di una volta, ma attraverso un variegato panorama gastronomico che caratterizza ogni regione d’Italia.

Ti potrebbe interessare anche:

Cucine a legna: lo slow cooking fa tendenza

Il fuoco in cucina non è più un tabù

Style 180 Plus di Klover

Una storia di imprenditoria di successo

La storia dell’azienda Klover inizia nei primi anni ‘70 a San Bonifacio, nella provincia orientale di Verona, in un contesto territoriale d’antica origine e di grande vitalità economica.

Da piccola impresa artigiana a industria leader

La passione per il lavoro, la forte determinazione e la voglia di crescere, trasmessa di padre in figlio, ha trasformato quella che era una piccola azienda artigiana in un’evoluta realtà imprenditoriale stimata in Italia e nei principali mercati internazionali per qualità e innovazione, valori di solida tradizione familiare.

Klover presenta la nuova thermo stufa Style 180 Plus 

Ecco uno degli ultimi prodotti novità di casa Klover. Presentata durante l’ultima edizione di Italia Legno Energia di Arezzo, la nuova thermo stufa Style 180 Plus è caratterizzata da una porta curva con doppio vetro ceramico per una totale e sicura protezione.

Frontale e serbatoio

Il frontale e il top sono in ghisa garantiscono un’eccezionale robustezza meccanica che la contraddistingue nel mercato. Il serbatoio è a tenuta stagna mentre il coperchio ha l’apertura idraulica.

Bruciatore autopulente

Il bruciatore è autopulente. Grazie alla rotazione parziale ed inversa, in pochi secondi esegue autonomamente la pulizia con uno scarico uniforme dei residui nel vano ceneri. Il sistema anti intasamento dell’aria comburente ed il sistema d’accensione ultra rapido offrono una sicurezza totale.

Tecnologia e innovazione a servizio del consumatore

La Style 180 plus ha i sensori di sicurezza su porta e serbatoio e l’ispezione frontale totale. È dotata di una pannellatura con una speciale sagomatura e i lati sono rivestiti di pregiata maiolica fatta a mano, disponibile in 4 varianti di colore. Il Wi-fi e display touch sono di serie.

Massimo rendimento certificato

Tutte le stufe della serie Style hanno performance uniche nel loro genere. Sono certificate Ecodesign 2022, pertanto ecocompatibili in termini di emissioni inquinanti, efficienza e rendimento.

Troverete tutta la gamma di prodotti Klover alla prossima edizione di Progetto Fuoco 2020. Altre informazioni sul sito ufficiale Klover.

Amika stufa a pellet: novità di La Nordica Extraflame

Novità in casa La Nordica Extraflame

Una stufa a pellet ermetica rotonda

8,0 kW Nominali, 230 m³ riscaldabili

Amika è la nuova stufa a pellet di La Nordica Extraflame: con camera di combustione stagna e serbatoio ermetico si presenta con un design pulito ed elegante.

Un prodotto su misura per ogni esigenza

Le sue forme rotonde, il rivestimento in acciaio temperato frontale e l’elegante top in maiolica, disponibile nella versione bordeaux, bianco, nero e pietra, rendono questo prodotto una soluzione estremamente versatile e adatta ad ogni spazio e a ogni stile della tua casa.

Sicurezza prima di tutto

L’ermeticità è sinonimo di sicurezza, così come i pressostati anche sul cassetto cenere e l’efficiente candeletta ceramica con sistema di accensione di ultima generazione.

Silenziosità e comfort

Il motore centrifugo per la ventilazione ambiente è dotato di funzione comfort per garantire grande silenziosità senza rinunciare alle prestazioni.

Amika è stata presentata durante l’ultima edizione di Italia Legno Energia di Arezzo. Troverete i prodotti de La Nordica Extraflame durante la prossima edizione di Progetto Fuoco, in programma alla Fiera di Verona dal 19 al 22 febbraio 2020.

L’evoluzione delle stufe ad accumulo

 

Le stufe ad accumulo in maiolica riconquistano un posto d’onore

Sono le più scelte per il riscaldamento della casa grazie alla costante evoluzione tecnologica

Questi apparecchi, costruiti artigianalmente sul posto, possono oggi adattarsi anche alle esigenze di riscaldamento delle case a basso consumo energetico e alle loro caratteristiche architettoniche, integrandosi perfettamente con gli ambienti che le ospitano, grazie alla libertà espressiva che le nuove tecnologie offrono al fumista costruttore. L’impiego di appositi di programmi di calcolo consente infatti di progettarle e dimensionarle correttamente, modellandole secondo le esigenze funzionali degli spazi abitativi e il gusto del committente.

Rendimenti elevati ed emissioni ridotte

L’evoluzione tecnologica delle camere di combustione caratterizza questi apparecchi per redimenti sempre più elevati ed emissioni ridotte, in linea con i più stringenti limiti previsti dalle normative attuali, ma anche con la propensione ad anticipare quelli di futura introduzione.

Di notevole interesse è anche la possibilità di integrare, nelle stufe ad accumulo, innovativi bruciatori funzionanti a tiraggio naturale, alimentati in modo discontinuo con due cariche al giorno di pellet. Il loro funzionamento permette che un processo di “micro-gassificazione” ordini le fasi di combustione e ottimizzi in modo separato i processi di pirolisi della biomassa e di gassificazione delle braci. I gas così ottenuti possono bruciare in una camera separata, offrendo un rendimento estremamente elevato e minimizzando l’emissione di incombusti.

stufe ad accumulo

Una gestione semplificata

La gestione della stufa ad accumulo, in maiolica o in muratura costruita sul posto, può essere molto semplificata dalla possibilità di automazione. L’utente deve occuparsi solo di caricarla e accenderla correttamente, seguendo le istruzioni del fumista, una o due volte al giorno secondo la necessità. Un affidabile dispositivo di automazione gestisce il corretto afflusso dell’aria fino alla completa combustione della carica, senza che siano necessari ulteriori interventi. La legna brucia in modo ottimale e i prodotti della combustione, percorrendo il giro fumi alla velocità di progetto, cedono il loro calore al sistema di accumulo, costruito con mattoni refrattari e maiolica, che lo rilascerà in modo continuo per le successive 12 o 24 ore, riscaldando piacevolmente gli ambienti ai quali è asservito.

Evoluzione tecnologica per un prodotto su misura

L’evoluzione tecnologica, applicata con passione da artigiani qualificati, consente la costruzione di apparecchi modellati come un abito,” su misura” della casa e del gusto di chi la abita. Oggetti che mantengono un legame con una tradizione costruttiva radicata in un tempo molto lontano, conservandone la memoria, l’essenza. Una evoluzione che dialoga fra ancestralità e futuro, cercando di allontanarsi dalla “costrizione funzionale” delle forme per muoversi verso nuove figure, in una composizione di sagome più flessibile, coniugando armonia, qualità e benessere.

Un calore che penetra sotto la pelle

La presenza di una stufa ad accumulo costruita su misura emana un calore che penetra sotto la pelle, abbellisce la casa, la rende più accogliente e adatta ad apprezzare consapevolmente i momenti di pausa dagli impegni quotidiani accompagnati dal bagliore della fiamma. Troverete tutto il meglio che il mercato offre nel settore delle Stufe ad accumulo al prossimo Progetto Fuoco di Verona.

Per approfondire i percorsi formativi sulle stufe ad accumulo tradizionali o a micro-gassificazione:

www.assocosma.eu
Segreteria Assocosma: 335 7494100
mail segreteria@assocosma.eu

stufe ad accumulo

Alter Ego di Caminetti Montegrappa, la rivoluzione delle stufe a pellet

La tecnica al servizio dell’estetica

Il sistema brevettato Plug In e il design unico danno vita ad una stufa a pellet mai vista prima

Design accattivante, tecnologie avanzate e ottime prestazioni energetiche: sono queste le caratteristiche di Alter Ego, la nuova stufa di Caminetti Montegrappa, azienda storica nata nel 1976 alle pendici del Monte Grappa, in provincia di Vicenza.

Alter Ego rappresenta la rivoluzione del mondo del pellet grazie all’innovativa tecnologia brevettata Plug In: il sistema split system, cuore di Plug In, è composto da due unità collegate tra loro, una frontale tonda ed armoniosa, e l’altra composta da un innovativo vano tecnico posteriore.

Mai come ora, l’estetica è libera di esplorare nuovi mondi e la tecnica di trovare nuove soluzioni.

Libero da vincoli tecnici, il design dà vita ad una nuova bellezza: Alter Ego è accattivante e senza eguali, mentre le sue dimensioni compatte garantiscono il minimo ingombro della stufa, rendendola adatta anche a piccoli ambienti. La parte superiore è decorata con un elegante gioco di rilievi, dalle linee morbide e sinuose. La grande porta frontale, invece, garantisce un’ampia visione del fuoco: 180 gradi di puro fascino e di calda luce, che creano un’immediata sensazione di benessere e un’atmosfera rilassante.
Il pannello posto dietro il corpo centrale rotondo è completamente personalizzabile. Alter Ego si adatta così a tutti gli stili, a tutte le esigenze, a tutte le mille sfumature dell’io.

8 kW di pura potenza

Grazie alla doppia ventilazione- laterale e superiore- e all’irraggiamento termico, permettono di diffondere il calore in maniera uniforme e costante. Il serbatoio da 20 kg consente un’autonomia di lunga durata, mentre il sistema di doppia chiusura garantisce una maggiore sicurezza. Alter Ego è dotato di un radiocomando touch screen retroilluminato.

La camera di combustione è costruita in ghisa, materiale che garantisce elevate prestazioni e un’eccellente conduzione termica. Inoltre, Alter Ego è dotato di un bruciatore cilindrico profondo, lo scarico fumi integrato può essere anche coassiale, ideale per gli edifici passivi e piccoli ambienti.

La tecnologia Plug In di Alter Ego è avanzata e l’installazione è facile quanto quella delle comuni stufe a pellet: la procedura di prima accensione effettuata da un tecnico non è obbligatoria, grazie ai test effettuati su ogni singolo prodotto a fine linea produttiva.

La ricerca dei migliori materiali e delle tecnologie più evolute nel mondo del riscaldamento

Si tratta di un elemento fondamentale nella strategia aziendale di Caminetti Montegrappa. Alter Ego è il risultato di tale ricerca: il connubio tra le forme armoniose, le migliori prestazioni energetiche e l’innovazione del brevetto Plug In creano un prodotto unico, progettato per chi ricerca sempre l’eccellenza.

Tutte le informazioni tecniche su Alter Ego sul sito di Caminetti Montegrappa e su PF Magazine

 

Lacunza launches the BIARRITZ wood-stove

News from Progetto Fuoco exhibitors

Sustainability, reliability, design

LACUNZA , part of the Lacunza Kalor Group SAL business group, launches the BIARRITZ wood stove. It is a stove based on sustainability, reliabiliy and the unique design by LACUNZA. The BIARRITZ stove has an efficient double combustion system to obtain a perfect combustion, keep the chimney clean and contribute to a clean environment. It has superior smoke outlet, ashtray, screen-printed glass and an extraordinarily efficient clean glass system, thus offering a greater view of the fire. To this is added its minimal and modern design.

The choice of materials

The BIARRITZ wood stove gives the possibility to choose between cast iron or vermiculite, that comes as standard. This is a material composed basically of aluminum, magnesium and iron silicates. It is a new material that is characterized by its excellent insulation, high strength, aesthetics and lightness. In addition, LACUNZA vermiculite is of greater density and thickness, and use smaller plates, so that, with proper use, it will neither break nor crack.

Technical features

In terms of technical features, the BIARRITZ wood stove has a heating capacity of up to 177 m3, a power range of 5 to 10 kW, 76% efficiency, and low CO emissions (0.10%). , combined with more than 50 years of experience of the Lacunza company.

Where to buy Biarritz

This stove is guaranteed and certified for sale throughout Europe thanks to the fact that LACUNZA is one step ahead of the general regulations. The BIARRITZ stove from LACUNZA meets the most demanding standards in France, Belgium, Italy, Germany, Switzerland or Austria. This means it has AEFECC guarantee for Spain, Flamme Verte  for France, BlmSchV-2 for Germany or Arrete Royal for Belgium, among others. In short, the BIARRITZ wood stove not only guarantees compliance with current European regulations and CE marking, but also certifies compliance with the most stringent standards in the most demanding countries in terms of emissions and thermal efficiency.

Safety first

The BIARRITZ stove is designed to enjoy optimum combustion accompanied by maximum safety. Safety is very important in LACUNZA, which is concerned with offering a safe product with all the guarantees. The Biarritz stove is supported by certificates of Lacunza Quality System, which allows absolute traceability.

From project to production

In addition, all LACUNZA products are exclusively designed in-house, which has allowed the Company to achieve leadership in the sector. All its products have the highest energy efficiency ratings and are already fully adapted to the regulations that the EU will demand in 2022 (Ecodesign) . Biarritz has the energy certificate A, thus providing benefits such as greater efficiency, lower consumption and greater savings. Choosing products with high energy efficiency is the smartest option.

If you are looking for the exclusivity of a unique design that warms your home and helps to preserve the environment, Biarritz is the ideal wood stove.

Please check the Lacunza web site for more information.

Biarritz: la nuova stufa a legna Lacunza

Le novità degli espositori di Progetto Fuoco

Sostenibilità, affidabilità e design

LACUNZA , appartenente al gruppo imprenditoriale Lacunza Kalor SAL Gruppo , lancia la stufa a legna in ghisa BIARRITZ. È una stufa basata sulla sostenibilità, l’affidabilità e il design unico tipici di LACUNZA.  La stufa BIARRITZ ha un efficiente sistema a doppia combustione per ottenere una combustione perfetta e quindi risparmiare, mantenere la canna fumaria pulita e contribuire alla sostenibilità ambientale. Ha un’uscita fumi superiore, posacenere, vetro serigrafato e un sistema di vetro pulito straordinariamente efficiente, offrendo così una visione più ampia del fuoco. A questo si aggiunge il suo design moderno.

La scelta dei materiali

La stufa a legna BIARRITZ offre la possibilità di scegliere tra ghisa e vermiculite, materiale di serie. Questo è un materiale composto fondamentalmente da silicati di alluminio, magnesio e ferro. È un materiale nuovo che si distingue per l’eccellente isolamento, l’elevata resistenza, l’estetica e la leggerezza. Inoltre, la vermiculite LACUNZA ha una densità e uno spessore maggiori e utilizza piastre più piccole, in modo che, con un uso corretto, non si rompano né si crepino.

Caratteristiche tecniche

In termini di caratteristiche tecniche, la stufa a legna BIARRITZ ha una capacità di riscaldamento fino a 177 m3, una gamma di potenza da 5 a 10 kW, un’efficienza del 76% e basse emissioni di CO (0,10%), combinato con oltre 50 anni di esperienza e crescita dell’azienda.

Dove acquistare Biarritz

Questa stufa è garantita e certificata per la vendita in tutta Europa grazie al fatto che LACUNZA è posizionata all’avanguardia rispetto al rispetto delle normative internazionali. La stufa BIARRITZ di LACUNZA soddisfa gli standard più esigenti in Francia, Belgio, Italia, Germania, Svizzera o Austria. Cioè, ha la garanzia AEFECC , (Associazione spagnola dei produttori di stufe, caminetti e cucine per combustibili solidi), Flamme Verte in Francia, BlmSchV-2 in Germania o Arrete Royal in Belgio, tra gli altri. La stufa a legna BIARRITZ non solo garantisce la conformità alle attuali normative europee e alla marcatura CE, ma certifica anche la conformità agli standard più severi nei paesi più esigenti in termini di emissioni ed efficienza termica.

La sicurezza prima di tutto

La stufa BIARRITZ è progettata per godere di una combustione ottimale accompagnata dalla massima sicurezza. La sicurezza è molto importante in LACUNZA, che si preoccupa di offrire un prodotto sicuro dotato di tutte le garanzie. La stufa Biarritz e supportata dai certificati e dal Sistema Qualità Lacunza, che consente una tracciabilità assoluta.

Dal progetto alla produzione

Tutti i prodotti LACUNZA sono progettati esclusivamente internamente, questo ha permesso all’azienda di emergere tra i leader del settore. Non solo, tutti i suoi prodotti hanno i più alti indici di efficienza energetica e sono già completamente adattati alle normative che l’UE richiederà nel 2022 (Ecodesign). Pertanto, questa stufa ha il certificato di energia A, offre vantaggi come una maggiore efficienza, consumi ridotti e maggiori risparmi.

Se siete alla ricerca dell’esclusività di un design unico, che riscalda la casa, e contribuisce a preservare l’ambiente, Biarritz è la stufa a legna ideale.

Tutte le informazioni sul sito web di Lacunza.